Loading Posts...

SI RIACCENDE IL GRANDE SCHERMO DELL’ARENA STALLONI IN CENTRO STORICO

Dalmercoledì 12 giugno si riaccende il grande schermo del Cinema sotto le stelle all’Arena Stalloni di via Samarotto a Reggio Emilia. Fino al 2 settembre ritorna l’appuntamento quotidiano (sette sere su sette) con il cinema estivo curato dall’Arci Reggio Emilia e realizzato in collaborazione con Gruppo Hera, Coop Alleanza 3.0, l’Ufficio Cinema del Comune di Reggio Emilia, la Regione Emilia-Romagna e la FICE.

Il meglio del cinema italiano e internazionale, incontri con autrici e autori, presentazioni sotto le stelle, sono gli ingredienti principali del cinema open air di via Samarotto. Ottantatre serate in tutto che per i mesi di giugno e luglio inizieranno alle 21.30 e una programmazione creata ad hoc per soddisfare i gusti di tutti. Numerosi anche quest’anno i film di qualità presenti in cartellone molti dei quali si potranno vedere con il biglietto di ingresso a soli 3,50 euro, grazie a Cinema Revolution l’iniziativa che sostiene le opere italiane ed europee, promossa da Ministero della Cultura,

“Anche quest’anno – dice il presidente Arci Daniele Catellani – torniamo all’Arena Stalloni, uno dei luoghi più suggestivi del centro storico, con entusiasmo, tanta passione e attenzione alla sostenibilità che non può più essere solo una eventualità. Speriamo che al pubblico piaccia la selezione di film che abbiamo immaginato per la città. L’invito per tutti è quindi quello di spegnere le piattaforme on line e venire a godere la proiezione di un film sotto le stelle, felici di assistere a questo spettacolo senza rivali che è il cinema sul grande schermo all’aria aperta”.

Quest’anno, seguendo i crismi suggeriti dalla Regione Emilia-Romagna, tutta l’attività dell’Arena Stalloni è stata calibrata con attività volte a garantire la migliore sostenibilità ambientale degli eventi. Tutte le azioni previste dal progetto si possono trovare sul sito dell’Arci di Reggio Emilia. Un esempio: per abbattere il consumo di plastica, grazie a un erogatore appena installato, l’acqua minerale sarà gratuita con l’acquisto, al costo di pochi centesimi, di un bicchiere non usa e getta.

 

☞ SCOPRI IL PROGRAMMA DI GIUGNO E LUGLIO

 

I FILM

E veniamo ai film. Il 12 giugno (ore 21,30) si alza il sipario con L’umanità dell’errore, un docufilm, ad ingresso gratuito, curato dal Collettivo Frame che ha indagato il confine tra artificio e natura nell’era dell’intelligenza artificiale. Il Collettivo, nato in seno al laboratorio di videomaking che si è tenuto con il regista Alessandro Scillitani, è formato da un gruppo di giovani e talentuosi filmmaker. Insieme al regista Alessandro Scillitani, gli autori e le autrici si sono interrogati sul tema proposto dal Reggio Film Festival: l’errore.

Dopo la serata inaugurale dedicata ai giovani registi, il best of cinematografico dei mesi di giugno e luglio si compone con diversi titoli di rilievo. Tra gli imperdibili troviamo sicuramente, Io Capitano di Matteo Garrone (15 giugno), miglior film dell’anno secondo il New York Times, e poi il capolavoro di Wim Wenders, Perfect Days (16 giugno), campione d’incassi e vero fenomeno della stagione. Lunedì 17 il grande schermo dell’Arena ospiterà La zona di interesse di Jonathan Glazer, Oscar 2024 come miglior film Internazionale, racconta l’orrore dell’Olocausto attraverso la vita “serena” del comandante di Auschwitz. Bisognerà attendere il 24 luglio per vedere Foglie al vento di Aki Kaurismaki e il 28 luglio per La sala professori di Ilker Çatak. Nella ricchissimo cartellone del Cinema sotto le stelle spiccano il film di Justine Triet, Anatomia di una caduta giovedì 13 giugno, ma anche l’opera ultra premiata Povere Creature di Yorgos Lanthimos che potremo vedere il 21 luglio e The Holdovers di Alexander Payne che arriverà il 4 luglio. È il film con Paul Giamatti che ha permesso a Da’ Vine Joy Randolph di vincere la statuetta come Miglior attrice non protagonista. Il 26 luglio è la volta dell’attesissimo Kinds of Kindness, nuova opera di Lanthimos già vincitore del Leone d’Oro nel 2023. Il biopic sulla vita di Amy Winehouse, Back to Black, firmato dalla regista Sam Taylor-Johnson arriverà all’Arena di via Samarotto domenica 14 luglio.

LE RASSEGNE: CINEMA SOTTO LE STELLE

Anche quest’anno ritroveremo le due rassegne divenute ormai classiche: Cinema sotto le stelle e Accadde domani organizzate da Ufficio Cinema comunale in collaborazione con Arci Reggio Emilia e Fice Emilia-Romagna che vedrà la partecipazione, tra gli altri, dei registi Michele Riondino, Giorgio Diritti, Riccardo Milani.

Gli appuntamenti di Cinema sotto le stelle saranno dodici. Dodici serate che approfondiscono due ambiti cinematografici: cinema classico riproposto nella versione restaurata e alcuni titoli di film prodotti e realizzati nella nostra regione. Fulcro della rassegna saranno tre serate – ad ingresso gratuito – del cinema in piazza Prampolini dove saranno proposti: Ennio di Giuseppe Tornatore (16 luglio), Per un pugno di dollari di Sergio Leone (23 luglio) e Matrimonio all’italiana di Vittorio de Sica (30 luglio). Gli altri titoli di film restaurati che vedremo sullo schermo dell’Arena Estiva (in un fulgido 4k) saranno The Dreamers – I sognatori di Bernardo Bertolucci (6 agosto), Il cacciatore di Michael Cimino (10 luglio) e Buena vista social club di Wim Wenders (2 luglio). I film in rassegna girati in regione saranno invece Il vento soffia dove vuole di Marco Righi (18 giugno), Kissing Gorbaciov di A. Paco Mariani e L. D’Alife (25 giugno), Flora di M. De Polo (26 agosto) e Io e il secco di G. Santoni (27 agosto) più altri due titoli in corso di definizione.

LE RASSEGNE: ACCADDE DOMANI

Accadde domani da sempre propone il meglio del cinema italiano presentato dagli stessi autori. Un’importante iniziativa che da oltre trent’anni grazie a Fice Emilia Romagna, è incentrata sulla valorizzazione del cinema nazionale e sulle opere prime.

Il 19 giugno Michele Riondino presenta Palazzina Laf che segna il suo esordio alla regia. E’ un esordio fulminante, che porta con sé non solo la conoscenza approfondita della storia ignobile dell’ILVA e delle sue ricadute sul territorio tarantino (dove Riondino è nato e cresciuto), ma anche l’eredità di molto cinema italiano impegnato. Il 27 giugno l’attrice Maria Vittoria Dallasta presenta Gloria! Della cantautrice e attrice Margherita Vicario che esordisce come regista. All’alba del 1800, l’istituto religioso Sant’ignazio deve prepararsi a un evento storico: dal conclave emerge il nuovo Papa Pio VII, che per l’occasione visiterà tutte le chiese del Veneto e a Sant’ignazio presenzierà a un concerto organizzato per lui. È un vero fulmine a ciel sereno questo esordio di Margherita Vicario. Il 28 giugno Paolo D’Ambrosi presenterà Food For Profit. Il Rosebud è stato tra i primi a credere e promuovere questo film d’inchiesta che ha raggiunto livelli di programmazione e di visione insperati. L’indagine, frutto di un lavoro di cinque anni, mostra il filo che lega l’industria della carne, le lobby e il potere politico. Il 6 luglio arriva all’Arena di via Samarotto Enrico Maria Artale che presenta il suo El Paraiso. Partendo da situazioni di vita personalmente vissuta Enrico Maria Artale porta con partecipazione sullo schermo una relazione complessa. Julio Cesar (E. Pesce) ha quasi quarant’anni e vive ancora con sua madre, una donna colombiana dalla personalità trascinante. Il 9 luglio ci sarà Riccardo Milani a introdurre per gli spettatori dell’Arena il suo ultimo lavoro con Antonio Albanese. Un mondo a parte è la storia di un Maestro elementare che alla professione ha sacrificato trent’anni della sua vita e due matrimoni. Un Mondo a parte è ad oggi il film italiano più visto del 2024. Il 15 luglio il regista Giorgio Diritti presenta Lubo, in concorso a Venezia 80. è la storia intrigante di un nomade, un artista di strada che nel 1939 viene chiamato nell’esercito elvetico a difendere i confini nazionali dal rischio di un’invasione tedesca. In caso di pioggia le proiezioni avranno luogo al Rosebud.

LE RASSEGNE: CI LAVORO

Anche nel 2024, con la rassegna Ci Lavoro, la Cgil di Reggio Emilia contribuirà alla rassegna cinematografica estiva proponendo due titoli di interesse sociale (ingresso 2 euro per gli iscritti Cgil). Il 19 giugno Ci Lavoro propone Palazzina Laf e il 28 luglio La sala professori. L’opera di Ilker Çatak è un’interessante riflessione critica sul mondo della scuola, sulle pratiche didattiche e sulle dinamiche relazionali.

LA COLLABORAZIONE CON HERA PROSEGUE

Prosegue la lunga storia che vede Arci e il Gruppo Hera collaborare su progetti vari e articolati “Siamo contenti di rinnovare anche per il 2024 la collaborazione con ARCI, fondata sulla condivisione di valori e di valore reciproco – dice Virna Gioiellieri, responsabile eventi di Hera Comm – per Hera investire sulla cultura e la sua diffusione sul territorio, sulle attività che favoriscono la relazione sociale e lo sviluppo della creatività è un impegno costante che porta valore aggiunto al territorio stesso. Dal cinema estivo con un’offerta di qualità e le rassegne speciali inserite nel programma, alla musica, alla letteratura. Energia che ci unisce”.