Fotografia Europea, “L’oggi del domani. Brevi storie del nostro futuro”

L’oggi del domani, ovvero, brevi storie del nostro futuro, è la mostra fotografica collettiva curata da Francesca Valli e Alberto Cucchi che l’Associazione Refoto ha prodotto per l’edizione 2017 di Fotografia Europea. Il concept della nuova edizione di Fotografia Europea si propone di stimolare riflessioni su memoria, archivi e futuro è stato declinato dai fotografi di Refoto coinvolgendo 9 realtà della nostra provincia dove si stanno attuando importanti progetti in ambito sperimentale di innovazione tecnologica e culturale destinati a divenire un nuovo crocevia delle nostre comunità. Scuola, Sperimentazione clinica, ambiente, territorio, mobilità, Polizia, gestione delle informazioni storiche, sono questi gli ambiti di intervento su cui gli autori hanno realizzato attraverso un approccio di tipo concettuale una libera interpretazione artistica dei temi e delle realtà loro assegnate.

La mostra che sarà ospitata dal 5 al 28 maggio al Chiostro della Prefettura in corso Garibaldi (taglio del nastro ufficiale è sabato 6 alle ore 11) è un percorso non solo contemplativo ma il più possibile interattivo con il pubblico.

Nove autori per nove realtà quindi. Andrea Carretti è andato all’Istituto Motti per raccontare la digitalizzazione come strumento per cambiare il "vivere scolastico". Dalla classica lavagna in ardesia a quella interattiva; dal libro cartaceo a quello online; dal registro blu a quello digitale.

Marco Colnaghi ha visitato il Laboratorio di Ricerca Traslazionale dell’Arcispedale S.Maria Nuova di Reggio Emilia per capire come approfondire le conoscenze dei meccanismi molecolari coinvolti nelle patologie oncologiche.

Daniele Corradini ha fotografato il Progetto Europeo Life “UrbanProof”, a città partecipa il comune di Reggio.

Massimo Bassi alla RE:Lab, spin off dell'Università di Modena e Reggio Emilia, ha voluto far affiorare il lavoro di un gruppo di ricerca che studia l’Interazione Uomo Macchina.

Marica Braglia ha osservato al centro della Food Valley Emiliana, nel cuore di Reggio Emilia, il progetto Food Innovation Program, un master di secondo livello dedicato a studenti italiani ed internazionali. La razionalità lascia spazio alla creatività e alla fantasia per dare vita ad innovazioni agro-alimentari applicabili alle principali realtà aziendali locali con un metodo che unisce l'approccio creativo al metodo scientifico: il Design Thinking.

Federca Dazzi è andata in Regione Emilia-Romagna per documentare le Linee guida per l’elaborazione della Carta delle potenzialità archeologiche del territorio. Un mezzo all'avanguardia la cui applicazione potrà aiutare a conoscere e conservare la memoria del nostro passato.

Eva Fregnan al reparto della Polizia Scientifica di Reggio Emilia ha osservato il Sistema DACS quello utilizzato per identificare gli individui attraverso l’acquisizione e il riconoscimento dell’impronta digitale, che è andato ad integrare, e in parte a sostituire, il lavoro della dattiloscopia.

Marco Veronesi al Tecnopolo UP2GO ha fotografato Up2Go una App per carpooling di comunità, la sua mission è incidere nel campo dell'innovazione sociale e della sostenibilità.

Francesca Valli documenta il Progetto Biblioteca Digitale Reggiana della Biblioteca Panizzi, un grande archivio on line della memoria storica locale che in linea con la comunità europea ha l’obiettivo di valorizzare per mezzo di internet il patrimonio culturale.